a song of ruins

 

Abusivismo affettivo

costruire nuove emozioni

troppo vicine al cuore

Franeranno

veloci

distruttive

Morendo

infine

esauste

nel freddo mare dell’oblio

Bisogna star nascosti

in fabbriche dismesse

Seduti

Nascosti

In silenzio

Nel buio

fra i vetri rotti e l’abbandono.

 

(forse l’ho sempre saputo)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...