Tutti i traumi della mia vita aka comprendetemi, dai.

La prima volta è stato quando un giorno, a 4 anni, sono tornata a casa dicendo a mia mamma che  non avrei mai più messo le gonne per andare all’asilo. Le avevo detto che i pantaloni eran più comodi quando andavamo alle giostre, che coi pantaloni dallo scivolo si vien giù meglio, e poi l’erba non mi toccava la pelle, ecc.  ecc.

Non era vero. I maschietti ci facevano salire sui tavolini e, con la scusa di fare la galleria per le macchinine, ci guardavano le mutande.

Il mio asilo era strano, per i mondiali di Italia ’90 avevamo organizzato un piccolo spettacolo, io avevo 5 anni, mi avevano fatto vestire da troia majorette tricolore, e avevo una gonna così corta che i pedofili eran seduti tutti in prima fila e mangiavano i pop corn. Caramellati. A un certo punto, ricordo che mi si è anche rotta la gonna e ho dovuto ballare cercando di tenerla unita con le mani. Inutilmente. Per fortuna non portavo ancora le mutande di pizzo, quelle vedo-nonvedo, sì, certo, un cazzo nonvedo.

La seconda volta è stata sempre all’asilo, mentre mangiavamo pasta al sugo, di giovedì,sicuro, e a un certo punto sento boom, rumore di testa spiaccicata contro un termosifone. C’era più sangue che salsa di pomodoro davanti ai miei occhi innocenti, per darvi un’idea. Arriva la maestra, che secondo me era il Diavolo vestito da bionda molto in carne e pseudo simpatica, e dice soltanto: ”Quante volte vi ho detto di non dondolarvi sulle sedie? Questo è quello che succede, ecco”. Il gelo nel sangue. Lì ho capito che non avrei mai voluto fare la zitella maestra in futuro. Mai. E che sì, avrei passato la vita a chiedere alla gente di non dondolarsi sulle sedie, please.

Poi è arrivato il momento in cui ho capito che avere un amico del cuore maschio non mi avrebbe aiutato a farmi delle amichette femmine a scuola, ANZI. Le femmine sono invidiose pure a 6 anni. E io avevo due amici maschi che erano, credo, i più fighi del primo piano, perché io automaticamente ero diventata troia-lesbica-poligama-secchiona- contenongiocopiùuff. Le femmine sono delle brutte persone.

Ok, ci siamo, the big. Entro in camera e sgamo mio fratello che si trastulla allegramente davanti alla tv e no, non era un porno, ché tanto era pomeriggio e al massimo c’era Rex, che ne so. Subito, immediatamente, decido che sono troppo grande per vivere ancora in doppia con lui, che io ho 11 anni, le mestruazioni, mi stanno crescendo i capezzoli e che schifo però, arredategli la cameretta, ok?

A 11 anni ho finalmente capito che anche i maschi sono delle brutte persone, che tu hai le farfalle nello stomaco quando arrivi a scuola e lo vedi, e il cuore a palla e lui si chiama Marco e sta in terza media, e fa come quelli che se la tirano di brutto perché c’hanno le sbarbine corteggiatrici e fanno finta che ci stanno, e allora usciamo in 4, dai, e poi invece è fidanzato. CON UNA CESSA. Ma il Karma è sempre puntuale e allora un giorno lo ritrovi dopo qualche anno ed è diventato il Gabibbo, però bruno e con gli occhiali. E allora ciao Marco, ciao, ora insegna agli angeli come si fa a sbavare dietro quelle fighe (no, non io, le altre, chiaro).

Non dimentichiamoci quel giorno in cui a un certo punto mi trovo la lingua in bocca di miocuggino mentre eravamo tutti allegri e spensierati a fare il bagno in piscina. Questo capitolo vorrei chiuderlo qui, perché son cose che uno dice esistono solo nei detti popolari, che mica son vere, maddai, chi ci crede. IO, dannazione, IO. Comunque era figo, lui, ma non può consolarmi, no.

Dopo si è aperta ufficialmente la stagione degli amori, e allora quelli non li chiamerei più traumi.

No, forse capitoli di un’esistenza in malora.

Sì, va meglio.

Annunci

2 Pensieri su &Idquo;Tutti i traumi della mia vita aka comprendetemi, dai.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...