Le linguette delle lattine non dicono la verità

 

Ci siamo trovati.

Così dicono, ci siamo trovati.

Ci siamo trovati e ci siamo amati.

Come avete fatto? a trovarvi, dico. Cioè trovi e ami, pure. Incredibile.

Perché io cerco, ma non trovo e, se trovo, non amo. E quindi come funziona?

Non era automatico?

Io mi ricordo che ti ho trovato, almeno mi sembra, dopo milioni di parole.

E poi ti ho visto e ti ho detto sei tu?

Eri tu, con le mani grandi ,con dentro tutte le fragilità di certe sere passate da soli a raccontarsi i domani.

Eri tu, ed era come se ti avessi aspettato per esistenze intere, come se le mie mani ti avessero lasciato andar via, poi, appena sfiorate le tue.

Ci siamo trovati, così dicono.

Ma forse domani, sì, forse domani ci ameremo come fanno i cani randagi ai bordi delle strade.

Ci troveremo, e sarai fermo ancora lì, col tuo bicchiere di rosso in mano,

e, in tutto questo tempo, in tutte queste esistenze che ti hanno sfiorato, non avrai fatto altro che aspettarmi.

Ci troveremo perché io sarò ancora ferma lì, in quegli occhi neri che erano abbracci,

e silenzi ben spesi.

Quegli occhi neri erano mesi,

erano notti senza sonno che non passeranno mai.

 

 

 

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Le linguette delle lattine non dicono la verità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...