La felicità è uguale per tutti, ma per alcuni è più felice.

 

Freddo.

Di quel freddo che hai se non hai mai visto un’estate.

Fame.

Di quella fame che hai se non hai mai mangiato con gli occhi.

Sonno.

Di quel sonno che hai se non hai mai paura che ti svegli un incubo.

Sete.

Di quella sete che hai se non hai mai sentito che profumo hanno le lacrime.

 

i letti vuoti e i respiri distanti

i pensieri fragili e le illusioni facili

i silenzi fraintesi e le parole castrate

 

La prossima volta che inventerò il mondo, farò in modo che ti somigli almeno un po’.

La prossima volta che inventerò il mondo, tra i bisogni primari ci metterò “abbracciarti”.

Tra i bisogni primari ci metto abbracciarti.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...