Umore nero feat. jingle bells

 

Facciamo che il Natale riunisce sempre tutti, quelli che non vedi mai, quelli che non vuoi vedere ma che purtroppo ti ritrovi seduti di fronte mentre ti va di traverso l’ennesimo anno del cazzo, quelli che vedi tutti i giorni e almeno oggi magari no, dai. E invece. Invece poi entri in questa stanza nella semi oscurità tra i tavoli bassi e le poltrone e i divani già occupati e la puzza di alcol di chi ha già cominciato la festa prima, prima che arrivassi, prima che esistessi forse. E quindi ciao, non ti aspettavo, che sorpresa, sorriso tirato, da quanto tempo, mi fa piacere vederti, ah sì? Ma siamo sicuri? Questa volta era tutto vero, tranne l’assenza. L’ho sentita nell’aria, e ho finto fosse il freddo, l’inverno gelido del non esserci. La pelle d’oca, ti sei vestita un po’ leggera. Cosa ne sapete voi del freddo sotto la carne? Era nell’aria, la nota stonata, la risata sguaiata nell’attimo di silenzio, la sedia vuota su cui non si fermerà nessuno. L’assenza. Il pensiero che non si deve fare. La canzone in cui rimanere incastrati, il labirinto, il Minotauro e io che corro e ho perso il filo rosso che mi avevi regalato. Chi la vuole la salvezza? Facciamo che il Natale sia il solito lungo viaggio tra i fantasmi mentre tu mi aspetti dentro un inferno senza memoria. Facciamo che sia come il coraggio di scopare nei cessi della stazione di Roma, ché quei 70 centesimi valgono molto di più di un coito vagamente squallido, perché almeno poi dalle porte automatiche si esce insieme. Nessuno che si sveglia alle 6 per lasciare la tua casa mentre dormi senza neanche un biglietto che dica ciao, son stato bene, buona giornata oppure addio. Forse avrei voluto un biglietto, forse che tornassi, forse uscire da tutta quella musica che canto ancora, forse incrociare di nuovo quelle mani, forse. Forse è Natale e non significa un cazzo. E neanche questo.

Chi la vuole la salvezza?

 

Annunci

7 Pensieri su &Idquo;Umore nero feat. jingle bells

  1. Io la salvezza la vorrei proprio, a dire il vero.
    E vorrei pure levarti/risponderti a tutti questi tuoi perchè, quelli chiari e quelli sottointesi.

    E comunque ti leggo, che può apparire come una minaccia e invece èunacosabella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...