Nient’altro da dichiarare.

 

La parola del giorno è voragine.

Voragini che si aprono sotto i tuoi piedi mentre cammini sereno. Voragini che ti ingoiano e cadi giù senza appigli. Voragini che quando sei passato prima non c’erano. Voragini. Punto. A capo. Lettera maiuscola. Voragini. Che basta un attimo per franare. Un livido, una parola, un ricordo, un abbraccio mancato, un silenzio recidivo. E qui intanto crolla tutto.

Dovrei imparare a cancellare i capitoli importanti della vita, a strappare le pagine e poi a ingoiarle senza vomitare, a dimenticare i giorni in cui stare sempre svegli, a chiudermi dentro casa e lasciare gli altri fuori mentre piove. Dovrei imparare come si fa a sbagliare e a perseverare e poi a chiedere sempre scusa e far finta che non sia importante. Dovrei imparare a nascondere i sentimenti alle persone che amo, a spegnere le luci e girarmi verso il muro. Non lo so come si fa e forse non voglio impararlo. Ora voglio solo cadere velocemente giù. Senza appigli.

 

Annunci

Un pensiero su &Idquo;Nient’altro da dichiarare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...