L’amore, questo folle sentimento che?

 

Insomma, pare che io non sappia stare zitta e che ogni tanto a qualcuno i miei sproloqui piacciano pure. Ho scritto un monologo sull’Amore per San Valentino. Sull’amore secondo me, che forse non sarete d’accordo ma tanto finirò ad innamorarmi di chi lo apprezza. E quindi.

Ringrazio Slavina  per avermi chiesto di scrivere, ché io volevo smettere e infatti sarebbe stato un bene. 

Ma tant’è. 

 


 

 

Caro Wilde, magari fosse vero che i poeti hanno ucciso l’amore. A me sembra che la carneficina sia ancora in atto e che sia morto solo tu.

Io vi vedo, vi sento, vi leggo e mi sembra chiaro che la storia della metà della mela v’abbia fatto proprio male. Ma non scherziamo, suvvia.

Io se trovo l’anima gemella mi sparo in bocca. Ma gemella cosa? Mi volete uccidere, forse?

Il Simposio l’ha scritto Platone che, guarda caso, della sua anima gemella che gli completava la vita non ci ha mai parlato. Perché non ce l’aveva, facile.  Ma pensate pure che fosse un uomo discreto e amante della privacy.

Continuate pure a cercare ‘sto pezzo di mela. E continuate a pensarvi incompleti senza una persona accanto, che magari vi fa sentire costantemente inadeguati e mai abbastanza, però voi lo chiamate Amore, con la A maiuscola che subito diventa una poesia da cioccolatino.

A me la vostra idea di amore mi fa schifo.  Mi sembrate tutti rincoglioniti, perdete la razionalità, iniziate a diventare ossessionati: e ora ti rubo la password di facebook per vedere a chi scrivi, e perché hai effettuato l’ultimo accesso su WhatsApp alle 4 del mattino se mi hai dato la buonanotte alle 2:37, e non guardare il culo delle altre, e non flirtare con gli altri uomini.

Il vostro Amore lo immagino come una prigione piena di gattini e peluche a forma di cuore con su scritto I Love You.

Così. Questo amore così  violento, così fragile, così tenero, così disperato, così rompicoglioni.

Questo amore che finché ci siamo utili a vicenda va tutto bene, non lo ha scritto nessuno in una poesia?

E i cantanti, anche i cantanti credono in forme fantascientifiche dell’amore. Non abbiamo scampo.

Per me certi amori che non finiscono, fanno giri immensi e poi ritornano, si dovrebbero prendere anche un calcio in culo, in modo da fare un altro giro immenso e perdersi nelle correnti gravitazionali, lo spazio e la luce, invecchiare e morire. Finalmente.

Siete riusciti anche a farci sentire in colpa perché facciamo sesso senza amore, ché se non sei perdutamente innamorato di qualcuno non ci scopi bene. Ma cosa siete, Biancaneve e il principe azzurro?

Tutta la vostra vita incentrata sull’amore che viene prima di ogni cosa, e poi tutti disperati perché non potete esibire il vostro partner come trofeo nelle uscite di coppia di San Valentino.

Ma forse è colpa mia che non sono adatta per l’amore: l’ho scoperto quel giorno in cui un mio amico metallaro accompagnò la sua ragazza al concerto di Gigi D’Alessio. Lì ho avuto un’illuminazione, non potrei amare fino a tanto. Sarà colpa mia.

Colpa mia che non voglio accanto uno che mi completi ma che aggiunga qualcosa alla mia completezza, colpa mia che non ho paura di restare da sola e non accetterei mai di passare la vita con qualcuno che mi chiama “troia” e non per un gioco erotico.

Colpa mia che faccio sesso con grandi soddisfazioni senza metterci i cuori in mezzo, colpa mia che vorrei iniziaste tutti a scrivere “Cazzo” e “Figa”, in maiuscolo. Mica Amore.

 

Annunci

16 Pensieri su &Idquo;L’amore, questo folle sentimento che?

  1. Lo penso anch’io. Ma dalla regia mi dicono che non abbia mai provato il vero Amore sai, quello con la I maiuscola di interesse sentimentale. Che tanto è inutile ai miei occhi, si cercano partner nella vita perché non si è abbastanza forti per sopportare le cose da se, e si ha bisogno di qualcuno su cui piagnucolare.
    Poi la differenza tra scopare e fare l’amore, boh. Ennesimo mistero della fede. Il cazzo in figa glielo metti comunque…

  2. Ecco perché poi leggiamo di gente che si ammazza a pugnalate: stare con qualcuno per “bisogno”, per “necessità” è la cosa più aberrante che possa esistere.

    Andare a letto per sesso e stop…boh, io non ci riesco. Proprio se non ho almeno la testa coinvolta i miei ormoni vanno in gita e non li vedo più.

    Quando si dice la sfiga..

  3. “non voglio accanto uno che mi completi ma che aggiunga qualcosa alla mia completezza”
    Qui già c’è tutto! E forse anche di più 😉

    Il vero problema è che pur pensandola come te trombo meno di quanto mi meriterei…
    Sarà che forse il mondo è pieno di mezze mele, e io sono una arancia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...