Nero strutturato

Delle foto mi piace immaginare tutti gli attimi prima fatti di sguardi attenti o distratti che si fermano un momento sedotti da qualcosa e poi le mani che premono tasti e regolano e decidono quanta luce vuoi fare entrare. Le dita che fanno click e gli occhi che controllano se era proprio così che volevi quella cosa che ti ha attratto, che ti ha obbligato a fermarti, che adesso tieni prigioniera nella tua memoria. Probabilmente no, probabilmente saranno occhi delusi o stupiti di quanto la realtà sia tanto diversa da quella che abbiamo creato, spesso più brutta di quella che abbiamo immaginato. Le foto diventano un insieme di pixel in cui hai sepolto tutte le aspettative, i desideri di mostrare la realtà come la vedevi tu, come la volevano i tuoi occhi in quel breve o lunghissimo attimo in cui sei stato attento.

Hai fatto tutto quello che c’era da fare e non è servito mai, non basta mai, forse è colpa della luce. Sicuramente hai fatto entrare troppa poca luce. E l’esposizione l’hai regolata? Quanto ti sei esposto? 400? 1600? 3200? Il rumore, devi stare attento al rumore dopo. Si vede l’errore, si vede che non c’è nulla di nitido, si vede che hai cercato di rimediare invano poi.

Si vede anche quando ci hai pensato troppo, se ti sei fermato per un attimo oppure per qualche anno su quella foto perché hai deciso che sì, devi creare la realtà così come la immagini, con la luce giusta, con l’esposizione perfetta e senza rumore, senza le persone che ti passano davanti di fretta e disturbano più del rumore, ché si vede che non ci dovevano essere lì dentro. E si vede che hai cercato di rimediare invano dopo, e di cancellare quel piede, o la mano, o un vestito che corre veloce.

Si vede, dico, che ci hai messo degli anni per costruire quella foto che l’istinto non ti regalava e neanche la ragione, alla fine. C’è che forse ci hai pensato troppo, è andato via l’attimo con quel vestito veloce, forse hai fatto entrare troppa poca luce. In quell’attimo distratto o in tutti questi anni ed è rimasto il rumore. Comunque lo stesso rumore.

 

Annunci

5 Pensieri su &Idquo;Nero strutturato

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...